Malfy Gin la recensione di GinItaly

Il Malfy Gin è un Gin made in Italy, ma con un approccio internazionale.

La ditta a cui fa capo il Malfy Gin (Biggar & Leith) è basata infatti negli Stati Uniti, e l’impianto dove viene prodotto è stato di proprietà del gruppo canadese Seagram fino al 1992. Il fondatore di Biggar & Leith tra l’altro è una vecchia conoscenza di questo mondo, avendo lavorato allo sviluppo di uno dei Gin più importanti, un Gin a base di rosa e di un altro elemento molto caratterizzante, sapete intuire qual’è? Il Malfy è stato presentato a marzo 2016, con un lancio mondiale, che lo ha visto apparire su ogni rivista, sito e blog del settore, segno di una operazione ben architettata e lanciata in grande stile. 

 

Clicca per acquistare su amazon.it

 

Malfy Gin Martini

Già la bottiglia mette in chiaro sulla natura del contenuto: un Gin a base di Limone, di Limone di Amalfi, cioè dei Limoni più profumati al mondo, i più buoni (tra l’altro il formato della bottiglia stessa, da 750 cl, ci comunica che questo Gin è adatto anche ad essere importato negli USA).

L’idea è quella di creare un distillato che si differenziasse dagli altri, per via della particolare lavorazione dei limoni, che vengono prima spremuti e l’estratto ricavato viene messo in infusione con gli altri “botanici” (Ginepro, Coriandolo, Cassia, Liquirizia e bucce di Pompelmo e Arance). Questo procedimento dona un odore e un sapore particolarmente virato verso gli agrumi (tra l’altro c’è una vera e propria sottocategoria di Gin molto citrici, con continue nuove uscite, e il Malfy è sicuramente uno dei più interessanti in questo settore).

Malfy Gin NegroniIl profumo del Malfy Gin è ovviamente dominato dal Limone, seguito dagli altri elementi, a occhi chiusi però potrebbe quasi sembrare un limoncello, per quanto questo agrume sia predominante.

E quindi con sorpresa che si nota che il sapore invece è molto più bilanciato. Miracoli della distillazione a bassa temperatura, che è riuscita a estrarre tutte le proprietà del Limone, per rendere alla perfezione sia il profumo che il sapore. È un Gin molto gradevole anche liscio.

Nel Negroni, la nota caratteristica aggiunge freschezza al profilo aromatico di questo cocktail, il Gin spicca con le caratteristiche e si avverte distintamente. Ottimo.

Nel Martini, con un twist di Limone ovviamente, è gustoso. C’è da dire che chi ama il Gin, sicuramente gradirà anche gli agrumi, quindi un Gin che sappia così spiccatamente di Limone, in un Martini, è una gioia.

Nel GinTonico, è super: non c’è bisogno di fantasiose guarnizioni per creare un long drink perfetto. Gin + Acqua Tonica + Limone e tantissimo ghiaccio.Malfy Gin Gin and Tonic

La qualità è alta, l’idea forte, il design curato, la comunicazione perfetta, il Malfy Gin mantiene tutto ciò che promette, ci racconta una bella storia e ci offre una degustazione assai piacevole, non resta che complimentarci e continuare con la bevuta.

 

 

 

One comment

  1. Il Malphy Gin non contiene assolutamente Limoni di Amalfi. Faccio parte del consorzio Limoni IGP di Amalfi e so per certo questa notizia. Tra l’altro loro dicono soltanto di utilizzare limoni della costa, senza specificare minimamente la provenienza del prodotto ( forse neppure italiano) che utilizzano.

Leave a Reply